Filosofia

IN|EX
INEX IN-EX IN|EX inex palestre Milano

IN|EX è la summa maxima di un pensiero maturato lungo un percorso ai vertici del Fitness, per qualità di servizio e capacità di innovazione, iniziato nel 1999 e concretizzatosi, attraverso un vero e proprio “ritorno al futuro”, in una realtà unica nel suo genere e scevra da qualunque costrutto Wellness.

Spazi dalla natura sartoriale (500mq), attrezzature dall’essenzialità rivoluzionaria, ed un appellativo, contrazione di Inhale ed Exhale, che esprime attraverso la metafora del respiro, vigoroso o sussurrato che si voglia, l’identità di un individuo in perfetto equilibrio tra materia e spirito.

Calisthenic, Yoga e Dainami i suoi contenuti.

Discipline solo stilisticamente differenti poichè legate da un forte denominatore comune: il corpo come l’efficace strumento di se stesso senza inutili artefici di macchine e tecnologia. Una reminiscenza rappresentata dalla rifocalizzazione di attività di integrità millenaria.

Il concetto di Centro Fitness, che affonda le sui radici negli anni ’70, si è evolvuto, legato a doppio filo alla proposta di attrezzature sempre più elaborate ed energivore, fino all’attuale forma di un prodotto in serie massificato ed alienato, cui non fanno differenza palinsesti di corsi di gruppo sempre più inclini all’intrattenimento da villaggio turistico e un approccio al cliente verosimilmente derivato dal settore telefonia.

Non casualmente l’estetica di IN|EX, seppur densa di cura e comfort, ha un imprinting fortemente anni ’60, periodo storico proprio delle ‘Palestre’ nel senso etimologico del termine greco/latino. Una volta identificate le discipline che potessero donare l’opportunità di ritornare alla pratica sintetizzabile con “mens sana in corpore sano”, di ricreare la partecipazione attiva durante l’esercizio, era giusto dare a loro anche un involucro coerente pur senza rifarsi necessariamente all’esaltazione di un ormai anacronistico mito spartano, come si evince anche dalla raffinata zona soggiorno e dagli spogliatoi con servizio asciugamani e affaires de toilette inclusi.

L’idea in fondo è semplice: partendo dall’antica Grecia con i suoi concetti di Kalos (bellezza) e Sthenos (forza), passando via via dalla Battle of Systems del IXX secolo, al 1930 italiano, dal Sierra Program di John Kennedy ai fenomeni virali dei social network odierni, la naturale sinergia di mente e fisico è sempre stata fattore vincente.
Perché ciò avvenga, però, il Calisthenic coi suoi attrezzi presi in prestito dalla ginnastica svedese e dalla ginnastica artistica, lo Yoga con un intero studio dedicato, la Dainami con la sua sapiente miscela di Pilates e Girotonica, necessitano dell’attento operato di Insegnanti dall’eccelso valore tecnico ed empatico: la figura dell’istruttore è stata, nel lungo termine, sempre più volutamente assoggetta ad una forte involuzione, fino ad essere divenuta mero sinonimo di supervisione e riordino degli spazi.

L’Insegnate è invece colui che, senza rappresentare un servizio aggiuntivo, senza la necessità di rigorosi appuntamenti, segue il cliente attraverso tutto il suo percorso, con la realizzazione e fondamentale pianificazione di programmi personalizzati dagli elevati contenuti, cui seguono la perfetta combinazione di attenta supervisione ed efficace autonomia. Il Maestro, negli aspetti pratici assimilabile alla figura del Personal Trainer, è colui che rappresenta un tangibile valore aggiunto quando dinamiche specifiche rendono indispensabile una supervisione uno ad uno. È questo il solo habitat dove poter fare crescere esponenzialmente la concentrazione del pensiero, l’attenzione all’obiettivo, di misurare il proprio progresso fisico in funzione della volontà e soprattutto di quell’unica, vera macchina che è il corpo umano.

IN|EX desidera essere un must per chi non trova più solidi contenuti nel fitness o wellness che dir si voglia e vuole votarsi nuovamente alla Mental and Physical Healt, troppo a lungo occultata da logiche lontane dal puro concetto di benessere e allenamento, soddisfacendo così il bisogno latente di trovare in un ambiente elegante, ricco di sartorialità e assistenza specializzata di altissima qualità, quello di cui più o meno inconsciamente si sentiva già la necessità: riprendere il controllo del proprio IO sulle macchine, riacquisire la consapevolezza della propria fisicità, dell’agilità del movimento, dei benefici di una ritrovata postura corretta, di tornare cioè ad un allenamento più ‘puro’, dedicando del tempo a se stessi lontano dalle costanti sollecitazioni tecnologiche, laddove anche la socializzazione è mutuata attraverso quel forte collante che scaturisce dalla condivisione della pratica della vera educazione fisica.